Home > Industria 4.0 > Industria 4.0 gestione della produzione e pianificazione commesse
Industria 4.0 gestione della produzione

Industria 4.0 gestione della produzione e pianificazione commesse

Industria 4.0, gestione della produzione industriale e metodi organizzativi per le PMI

Industria 4.0, un termine tanto diffuso quanto importante per ogni impresa manifatturiera che intende ottimizzare efficienza produttiva e migliorare la gestione della produzione. I  mercati odierni e l’aggressiva concorrenza delle grandi aziende hanno condotto le PMI a modificare la gerarchia organizzativa del team e i metodi di lavoro. Spesso questi nuovi assett organizzativi prevedono la suddivisione di più mansioni ad ogni singolo individuo, un maggior carico di lavoro, maggiori responsabilità e un metodo organizzativo difficile da definire.

Quali ostacoli per le PMI?

Come anticipato nel paragrafo sopra, le PMI devono fronteggiare le difficoltà scaturite dal confronto con le grandi aziende con un piano che segua le direttive dell’industria 4.0. All’interno delle PMI possono presentarsi cambiamenti ostici da gestire e numerose difficoltà organizzative. Si crea uno status operativo complesso che alla lunga crea seri rischi per il proprio business. Le mansioni adibite ai singoli individui si accumulano e occorre maggior tempo da suddividere alle numerose attività da portare a termine. A tutto ciò dobbiamo aggiungere le fasi operative come la gestione delle commesse, gli ordini di lavorazione, i reparti e un metodo organizzativo chiaro e ottimizzato per l’intero team.

Un altro grande problema è la mancanza di un’infrastruttura adeguata che consenta alle PMI di integrare processi digitali. Ad esempio macchinari collegati a internet o l’interazione uomo/macchina per l’invio e la ricezione di dati (o per l’utilizzo stesso dei macchinari). Insomma, senza un adeguato supporto tecnologico è quasi impossibile al giorno d’oggi condurre un’azienda in maniera efficace.

Pianificare il processo di lavoro è una fase delicata, i fattori in gioco sono innumerevoli e spesso non si riesce a gestirli alla perfezione. Ulteriori aspetti da tenere d’occhio sono il controllo dei processi produttivi e l’analisi dei risultati. Per approfondire questi argomenti, ti invitiamo a leggere questo approfondimento dedicato al monitoraggio e la raccolta dei dati nei processi di produzione o lavorativi.

Gestione della produzione in vista dell’industria 4.0

Ritornando al focus di questo articolo, vogliamo parlarvi di come la digitalizzazione, un software per la gestione della produzione e l’utilizzo di appositi dispositivi supporti le PMI nell’organizzare e gestire le fasi lavorative.

In questo articolo vogliamo evidenziare alcune fasi:

1) Arrivo commessa
2) Preparazione ordine di produzione/schede di lavoro
3) Gestione magazzino, operai e relativa organizzazione fasi di lavoro
4) Controllo delle attività lavorative

Ognuna di questa fasi richiede la coordinazione di più figure lavorative e quando sussistono molteplici elementi in parallelo è di vitale importanza utilizzare un sistema che fornisca gli strumenti necessari per una corretta pianificazione.

La digitalizzazione dei contenuti è il primo passo da compiere (ricordiamo che il requisito per queste attività è quello di fare comunicare macchinari, isole o reparti con un software per la gestione della produzione). È quindi essenziale integrare software ai macchinari e renderli consultabili o manovrabili tramite dispositivi di interazione uomo/macchina (HMI).

Iniziamo dalla commessa

In questa fase è propedeutico inserire la maggior quantità di dati della commessa. Azienda richiedente, data d’inserimento, gli elementi stessi della commessa, eventuali note o dati tecnici utili per i reparti operativi. I dati inseriti, sono adesso disponibili per il responsabile di produzione (o altre attività) che potrà consultare le commesse direttamente sul proprio terminale (tablet, pc desktop o qualsiasi altro dispositivo). In questa fase, verranno inseriti tutti gli elementi utili per i magazzinieri, per il reparto operativo/produttivo (in questo caso schede di lavorazione) o per altre aree lavorative.

La consultazione di questi dati avviene tramite dispositivi situati nelle apposite aree di competenza. In questo modo l’operatore possiede tutto l’occorrente per avanzare nei propri lavori. Ad esempio, i magazzinieri si troveranno la lista dei materiali utili alla lavorazione in corso o gli addetti alla produzione, tutte le fasi necessarie per il completamento del proprio incarico. Il grande vantaggio della digitalizzazione è quello che tutte le attività potranno essere monitorate con lo scopo di valutare eventuali rallentamenti, problematiche interne o altri contesti difficili da riscontrare con i metodi classici.

Dal magazzino al reparto operativo

Immaginate tutto il percorso spiegato fin qui senza l’utilizzo della digitalizzazione e di un sistema adeguato. Una commessa si trasforma in numerosi fogli di carta, appunti aggiuntivi e indicazioni su chi dovrà intervenire.

Lo step successivo è lo smistamento dei documenti ad ogni apposita area. Si creano difficoltà di lettura, non è presente un sistema di comunicazione diretto e non è possibile consultare eventuali riferimenti se non interpellando il diretto interessato. Il tutto si traduce in perdite di tempo, fermi lavorativi e nel peggiore dei casi, errori di lavorazione.

Lo schema organizzativo di cui vi stiamo parlando, tipico di un’industria 4.0, prevede invece un flusso chiaro e semplice da utilizzare, che possiamo rappresentare così:

Arrivo commessa > Management > Invio ai reparti > Fase operativa

Come notate il processo lavorativo è ben organizzato. Ogni step è ben delineato e indirizzato ad un apposito reparto:

Proprietà/Management
Responsabile produzione
Operai/Addetti
Responsabile controllo andamento macchine/operai

Ogni figura lavorativa avrà accesso ai dati di appartenenza e troverà una guida ben definita su ciò che dovrà fare e tutti i riferimenti utili al suo processo lavorativo. La semplicità schematica di ogni singola fase consente un rapido controllo per la verifica in tempo reale (o nei dati archiviati) del percorso lavorativo dei singoli addetti.

Ad esempio, gli adetti ai reparti visualizzano su schermo la fase lavorativa assegnata, consultano eventuali note o file tecnici e procedono fino alla conclusione del proprio lavoro. L’operatore tramite l’interazione con il proprio dispositivo indica lo start dei lavori, eventuali pause, tempi di attrezzaggio, problemi tecnici e altre azioni specifiche.

Un sistema flessibile

Rendere la propria fabbrica “digitale” offre innumerevoli vantaggi e i sistemi adibiti per tale utilizzo dispongono di una grande flessibilità. Ad esempio, una difficoltà riscontrata in piccole e medie fabbriche è quella della gestione e utilizzo degli strumenti di lavoro. Spesso un operatore preleva uno strumento e lo utilizza nella sua area di lavoro. A lavori conclusi potrebbe non riportarlo al suo posto di origine recando difficoltà ai colleghi che non trovano lo strumento nel suo luogo originale.

La risposta a tale inconveniente avviene abbinando lo strumento all’area di intervento dell’operatore. Se l’addetto dovrà effettuare il suo lavoro nell’area 2, dovrà interagire sul pannello di gestione della fase e non potrà avanzare affinché non indica un comando ben preciso. In questo caso il comando sarà “strumento prelevato” e “strumento utilizzato nell’area 2”. La fase lavorativa potrebbe non rendersi “conclusa” affinché il software non riceve la conferma che lo strumento è stato posizionato nella sua sede iniziale.

Abbiamo riportato questo esempio concreto per mettere in evidenza come un processo organizzato e “guidato” all’interno di un sistema aiuti sensibilmente il processo lavorativo. Si risolvono così numerosi problemi difficili da riscontrare. In questo caso la perdita di tempo nel cercare determinati strumenti.

Un valido alleato per l’intera impresa

Ogni singola attività, anche la più banale, come quella di dover cercare uno strumento può rallentare l’attività lavorativa di un operaio. Come detto nel paragrafo precedente, il grande vantaggio di utilizzare un sistema digitale è quello di poter rendere qualsiasi attività visualizzabile su schermo, aiutando il reparto operativo nello svolgere il lavoro nel migliore dei modi. Inoltre, la proprietà e il management possono controllare ogni singola attività svolta e scorgere eventuali difficoltà da risolvere per le future attività lavorative.

Infine e non in ordine di importanza, vogliamo citare la comodità di non utilizzare fogli di carta o file excel ostici da consultare o modificare. Come potrete notare quindi, l’apporto di un sistema adeguato e di un’infrastruttura all’avanguardia può fornire notevoli vantaggi in tutte quelle PMI che vogliono continuare ad avanzare con competitività e sicurezza.

About Lorenzo Schirò

Mi chiamo Lorenzo Schirò, ho 38 anni di cui almeno 15 trascorsi lavorando sul web. Mi occuppo di digital marketing, con particolare attenzione alla seo, al content marketing e ai social media. Ho maturato numerose esperienze lavorando in diverse aziende di comunicazione e ecommerce; inoltre ho collaborato con alcune testate giornalistiche videoludiche. Nerd fin dalla nascita, ho la passione per la scrittura, amo il caffè, il buon cibo e le auto! Su Industrialissimo curo il progetto editoriale, i canali social, coordino la redazione e il team delle pubbliche relazioni.

Check Also

Gruppi di acquisto industriale

Gruppo di acquisto, una grande novità per le industrie in Italia

Il gruppo di acquisto per la gestione delle forniture delle pmi e imprese industriali Il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Show Buttons
Hide Buttons

Powered by moviekillers.com