Home > Reportage > Veicoli elettrici commerciali

Veicoli elettrici commerciali

Facendo conoscenza di quest’azienda  si percepisce subito una seria esperienza imprenditoriale e lo spirito innovativo. Il titolare di Esagono Energia, signor Carmelio, si può definire uno sperimentatore in quanto la sua impresa ha fatto un lungo percorso dal settore delle telecomunicazioni e fonti alternative di energia alla produzione di veicoli elettrici commerciali.

In questo momento forze e risorse di Esagono Energia sono concentrate su un product type unico e innovativo: il trasporto commerciale elettrico a corto raggio.

Al primo impatto può sembrare che il concept di questo veicolo elettrico riguardi una nicchia di mercato in fase di nascita, in realtà la necessità di tale tipo di trasporto esisteva fin dalla comparsa del trasporto stesso. Ancora nel lontano 1974 nello stabilimento della Autovaz in Unione Sovietica si era allestito un laboratorio per la progettazione di elettromobili composto inizialmente da quaranta persone. Nel 1980 di elettromobili si occupava già un intero reparto tenendo impegnate ben 100 persone. Era la “Prova della piuma”, tentativo di proporre un veicolo elettrico commerciale concettualmente nuovo in un paese dove ufficialmente non esisteva il commercio. Ma il rifiuto del termine “commercio” non toglieva ai cittadini la necessità di spostarsi quietamente per i parchi, trasportare economicamente la posta, un trasporto economico per i servizi aeroportuali e per i grandi impianti industriali.

Ancora negli anni ’70, come premonite del degrado ecologico, le autorità moscovite hanno organizzato al 34°stabilimento un area di utilizzo pratico di elettromobili monouso. Nel 1974 i primi prototipi di elettromobili commerciali apparivano così:

Elettromobile VAZ 2702
Elettromobile VAZ 2702
Elettromobile VAZ 2702
Elettromobile VAZ 2702

Come molti altri progetti interessanti dopo l’uscita dei primi prototipi il progetto è stato chiuso e dimenticato.

Spostiamoci dai lontani ’70 nei nostri giorni nell’Italia del nord, regione Lombardia. Nella piccola Pozzuolo Martesana “Esagono Energia” progetta e produce veicoli commerciali elettrici a corto raggio. I dirigenti della Autovaz sarebbero di certo felici di tale elettro-mobile: risponde bene a quelle esigenze alle quali una volta cercavano di rispondere i loro costruttori.

I veicoli di Esagono Energia possono essere usati negli stabilimenti industriali, parchi o aeroporti come nei centri di piccole città poiché è assolutamente silenzioso e non emette sostanze inquinanti. Le sue diverse varianti, che potete visionare qua, rispondono alle molteplici necessità pratiche. Una delle caratteristiche principali di questo veicolo è di essere inizialmente progettato come elettrico e non convertito da modelli di serie con motore a combustione, ciò che gli permette di essere concorrenziale su molti parametri.

Elettromobile Gastone
Elettromobile Gastone

Ingegneri e analitici di Esagono hanno percepito bene la direzione dello sviluppo del mercato dei trasporti elettrici e con sicurezza hanno occupato la nicchia del trasporto elettrico commerciale a corto raggio: fatti confermati da un aumento di domanda per tali produzioni. Svizzera, Svezia, Olanda, Germania, Francia, Italia, Irlanda hanno gia acquisito l’efficacia e la razionalità dell’utilizzo di tale trasporto e recentemente un modello sperimentale è stato spedito in Russia.

L’infrastruttura per l’elettrotrasporto si sviluppa altrettanto rapidamente quanto il trasporto elettrico stesso: le ultime tecnologie permettono di semplificare e velocizzare il compito dello sviluppo strutturale. Uno degli esempi può essere lo sviluppo di un sistema che permette di posizionare le apparecchiature necessarie al caricamento delle batterie sull’elettromobile stessa rendendo la necessità elettrica limitata a una normalissima presa domestica. Credo che l’installazione di prese con contatori non costituisca difficoltà tecniche.

Il processo produttivo inizia tradizionalmente nell’ufficio progettazione per poi passare in quello tecnico e oltre in produzione mentre il sistema produttivo è strutturato in Batch: ogni isola produttiva svolge un compito specifico della fabbricazione. Molti processi di Esagono sono gestiti in outsorcing per ottimizzare le spese e mantenere una buona flessibilità.

 

About Claudia Cespites

Mi chiamo Claudia Cespites, ho 26 anni e da 8 anni lavoro all'interno di un'azienda multinazionale leader nella Grande Distribuzione, in un ruolo che potrei definire con il termine di "impiegata", ma che in realtà è molto più dinamico di quanto questa professione faccia intendere. E'in questo panorama aziendale che ho maturato l'interesse verso il campo industriale, anche se la mia vera passione è racchiusa nella scrittura. Sono laureata in Scienze della Comunicazione e da tre anni collaboro con un'associazione attiva sul territorio torinese come "addetta alla comunicazione": questa opportunità mi ha permesso di affinare le mie capacità, aumentando le mie conoscenze. La proposta di Industrialissimo rappresenta per me il perfetto connubio tra la realtà aziendale in cui sono inserita e il coronamento del desiderio di scrivere: inoltre il suo rapporto con Industrial Cloud fa sì che un tema spesso "difficile" come il dialogo tra le industrie diventi un'operazione semplicissima grazie all'evoluzione delle piattaforme online. Un consiglio? Non perdete l'occasione di entrare nello specifico mondo di IC e nella colorata realtà di Industrialissimo: il futuro è adesso.

Check Also

C.M.G

C.G.M: tranciatura, stampaggio e lavorazioni metalli dal 1980

Tranciatura metalli, tranciatura lamiere, stampaggio e imbutitura a freddo della lamiera: ecco il core business …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Show Buttons
Hide Buttons

Powered by moviekillers.com